Conor McGregor ha rivendicato la proprietà del marchio di fabbrica di Vince McMahon

Non so se avete mai sentito parlare di questo ragazzo, Conor McGregor. Lui è più o meno la grande ruota laggiù alla fabbrica dei cracker. Aspettate, non dei cracker, alla fabbrica dei pugni. Quella lì. Seguendo i passi di Ronda Rousey, McGregor è senza dubbio la star più grande della UFC, e nonostante la sua storia travagliata con la WWE, la più grande compagnia di wrestling del mondo sta da tempo cercando di convincerlo a firmare con loro. 

 

La WWE, ovviamente, è posseduta da Vince McMahon,  WWE, of course, is owned by Vince McMahon, nome che è diventato familiare nella Attitude Era ed estremamente conosciuto per il suo eccessivo pavoneggiarsi. Pensate che esageriamo? Allora guardate qui!

COnor ha cominciato ad adottare questo stesso atteggiamento negli ultimi due anni, sia fuori che dentro l’ottagono, e come potete vedere nel video all’inizio del posto, sa benissimo da dove questo atteggiamento deriva. Adesso, in ogni caso, sta cercando di prenderne pieno possesso. Durante la Q&A in Inghilterra o scorso week-end, Conor si è preso il merito di aver reso popolare quella mossa tra gli atleti. Perché lui è ovviamente molto utile.

McGregor ha detto. “Non me ne frega un *FIORE* di Vince McMahon. Ho rubato quella camminata e ora quella camminata è mia. E né Vince né tutti quei *FIORI* lassù nella WWE potranno farci nulla. E’ la mia camminata. Io ho creato quella camminata. Io ho fatto quella camminata.”

Oh, capisco. L’ha rubata e quindi l’ha creata lui. Ha molto senso. Beh… ha tanto senso quanto tutte le altre cose che Conor dice durante il resto della giornata. Magari riceverà quella grande busta paga per un’apparizione a WrestleMania e lui e Vince potranno avere una vera e propria gara a chi sa pavoneggiarsi meglio sulla lunga rampa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *